Sponsor

09 nov 2015

Successo per il Pisa Book Festival ed edizione 2016: Studenti volontari, giornalisti per un giorno.

Pisa Book Festival
Il Pisa Book Festival ha attirato  25 mila visitatori.Il libro più venduto? Il meraviglioso viaggio di Octavio di Bonnefoy Miguel. 
Entusiasta la direttrice Lucia della Porta che ha commentato: «la lettura è apertura verso nuovi mondi. Non ho mai visto tanti giovani come quest'anno: il festival è stato pensato proprio per loro. Non potevamo aspettarci un risultato migliore».


Fondamentale l'apporto degli oltre 50 volontari, provenienti dal Dipartimento di Filologia Letteratura e Linguistica dell’Università di Pisa, Leggendo Metropolitano Festival letterario di Cagliari, staff del PBF e staff del PalaCongressi di Pisa. 

Un importante contributo è stato dato dai 30 studenti dell’Istituto Pacinotti di Pis,a che hanno collaborato con lo staff e, con la sala stampa. 
Da questa collaborazione nascerà un nuovo progetto per l’edizione 2016: Studenti volontari, giornalisti per un giorno.

Il pubblico ha avuto modo di conoscere autori di fama internazionale ma poco noti in Italia. 
Un pubblico gremito ha assistito alle numerose anteprime nazionali in programma. 
Notevole la partecipazione per gli incontri dedicati ai libri contro le mafie, coordinati dalla giornalista Candida Virgone, in collaborazione con Trame Festival di Lamezia Terme, tra cui Mafia Capitale di Gaetano Savatteri, Catania Bene del magistrato Sebastiano Ardita e l’inchiesta scottante sul caso Siani, 
Il caso non è chiuso di Roberto Paolo. 


Il direttore del Tirreno, Omar Monestier, ha presentato l'incontro con lo scrittore Alidad Shiri, autore del libro “Via dalla pazza guerra. Un ragazzo in fuga dall'Afghanistan”: si tratta del resoconto della sua esperienza di vita, dai giorni con la famiglia fino allo scoppio della guerra e alla fuga. 

Quest’anno sono stati nove gli incontri organizzati, direttamente, dalle classi dei licei e delle scuole medie pisane. 
Gli studenti stessi hanno presentato al pubblico scrittori del calibro di Marco Balzano, Premio Campiello 2015, Marco Santagata, Fouad Laroui, Gianluca Favetto, Marco Vichi. 

Questi incontri rientrano nel progetto "Io Leggo In Biblioteca" che il Pisa Book Festival porterà avanti durante tutto l’anno, secondo una collaborazione ben definita tra le biblioteche scolastiche, la Biblioteca Comunale.

Nessun commento:

Posta un commento