sponsor

11 gen 2016

ACCORDO TRA AUTO E RETE ELETTRICA: ENEL E NISSAN PRESENTANO LA NUOVA LEAF 2

ACCORDO TRA AUTO E RETE ELETTRICA: ENEL E NISSAN PRESENTANO  LA NUOVA LEAF 2
Nissan e Enel testano integrazione tra auto e rete elettrica, per  la nuova Leaf 2.
In occasione della XXI Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico, avvenuta a Parigi, Nissan ha annunciato una collaborazione con Enel. 




Con lo scopo di  sviluppare il sistema Vehicle-to-Grid, che consente ai proprietari di veicoli e, consumatori di energia di utilizzare le auto come vere e proprie “centrali mobili” con cui accumulare e rimettere in rete l’energia non utilizzata.

Le sperimentazioni sono già iniziate per verificare l’integrazione energetica tra la rete e i veicoli elettrici e dimostrare la loro capacità di contribuire attivamente al mercato dell’energia e generare guadagni per i proprietari. 
La sinergia ENEL porterà le prime auto grid-integrated in paesi il cui assetto regolamentare è più favorevole. 
La prima serie di sperimentazioni si svolgerà in Danimarca e Germania, per poi estendersi a Paesi Bassi ed altri paesi nordeuropei.

La tecnologia Vehicle-to-Grid(V2G) permette un’integrazione dei veicoli elettrici nella rete elettrica nazionale migliorandone la capacità di gestire l’energia rinnovabile e, promuovendo la diffusione e la convenienza economica delle fonti rinnovabili. 
Grazie all’infrastruttura di ricarica e ai veicoli V2G, i proprietari di veicoli elettrici e le aziende che gestiscono grandi flotte di auto elettriche hanno l’opportunità di utilizzare le proprie auto come vere e proprie “centrali mobili” integrate nella rete. 

Il sistema consente ai proprietari di Nissan LEAF di ricaricare la batteria nelle fasce orarie in cui le tariffe e la domanda di energia sono più basse, per poi usare l’elettricità accumulata o rivenderla alla rete durante le fasce orarie a tariffa più elevata.

L’accordo siglato tra Nissan ed Enel prevede inoltre la loro collaborazione su altre soluzioni innovative, tra cui servizi di gestione energetica usando batterie “second life” e nuove, nonché stazioni di ricarica a cooperative di taxi elettrici.

Nessun commento:

Posta un commento