Sponsor

20 feb 2016

E' morta Harper Lee: ancora più buio oltre la siepe ( To kill a Mockingbird)

Harper Lee è mortaNoi sappiamo che non tutti gli uomini furono creati eguali, nel senso che molta gente vorrebbe farci credere: sappiamo che vi sono persone più intelligenti di altre, più capaci di altre per natura, uomini che riescono a guadagnare più denaro, donne che fanno dolci migliori, individui dotati di qualità negate invece alla maggioranza degli uomini. Ma c'è una cosa, nel nostro paese, di fronte alla quale tutti gli uomini furono davvero creati uguali: un'istituzione umana che fa di un povero l'eguale di Rockefeller, di uno stupido l'eguale di Einstein, e di un'ignorante l'eguale di un rettore di università. Questa istituzione, signori, è il tribunale.
(Atticus Finch ne Il buio oltre la siepe, capitolo 20)

E' morta, ieri 19-02-2016, Harper Lee, l'autrice de 'Il buio oltre la siepe', era npremio Pulitzer, nel 1961.
Nata il 28 aprile del 1926 in Alabama ed era la più giovane di quattro figli di un avvocato. Da tempo viveva in una casa di riposo. Aveva 89 anni. La scrittrice vinse l'ambitissimo
Nel 2015 uscì il suo secondo libro, "Va', metti una sentinella", prequel del romanzo più famoso.

Nel 2015 molti insinuarono che la pubblicazione del secondo romanzo della scrittrice, uscito a distanza di 50 anni dal primo, non fosse in realtà una sua decisione: secondo alcuni quotidiani locali la donna non avrebbe avuto le facoltà mentali per prendere una decisione sulla sua carriera letteraria. 

Il buio oltre la siepe (To Kill a Mockingbird) è un romanzo pubblicato nel 1960. Nel 1962 fu tratto il film omonimo, diretto da Robert Mulligan, che si aggiudicò tre premi Oscar.
In Alabama,  negli Stati Uniti del sud, anni Trenta, vigeva la segregazione razziale e la restrizione dei diritti civili dei neri.

La società era in bilico tra la discriminazione e l’odio razziale, e la totale solidarietà. Le vite dei personaggi del libro si intrecciano in un turbinio di emozioni contrastanti: tutti hanno il loro punto di vista su come  considerare l’integrazione nella comunità.
To kill a Mockingbird
Alcuni sono favorevoli alla segregazione, altri vogliono abolirla, altri sospendono i giudizi, ma si fanno trascinare nel pregiudizio razziale a causa delle continue imposizioni sociali.Il razzismo e la paura non ci permettono di educare i rapporti umani alla tolleranza.

Atticus aveva ragione. Una volta aveva detto che non si conosce realmente un uomo se non ci si mette nei sui panni e non ci si va a spasso.
(Da Il buio oltre la siepe) 
Quando sarai grande vedrai tutti i giorni uomini bianchi che ingannano i neri; ma voglio dirti una cosa, e non dimenticarla mai: se un bianco fa una cosa simile a un nero, chiunque egli sia, per quanto sia ricco o appartenga alla migliore famiglia, quel bianco è un disgraziato.
(Atticus Finch in Il Buio oltre la siepe)

Nessun commento:

Posta un commento