Sponsor

22 feb 2016

PREMIO ANGELO LA VECCHIA : Poesia vincitrice: "Ad un palmo dal tuo cuore" di Roberto Festa

PREMIO ANGELO LA VECCHIA : Poesia vincitrice: "Ad un palmo dal tuo cuore" di Roberto Festa
La fondamentale figura materna viene celebrata e omaggiata non solo nei ricordi di bambino, ma soprattutto nella vita quotidiana di un uomo ormai adulto. Si percepisce, da subito, un incontrastato amore e una forte dedizione alla madre, rifugio e benessere per placare le inquietudini dell'animo.

L'amore sconfinato non necessita di parole dette in modo confuso e altisonante,ma si dimostra con piccoli gesti come un abbraccio, un bacio, una carezza....

Gesti che sono sempre pronti ad essere concessi e ricevuti, ad un palmo dal cuore, come scrive Roberto Festa.


L'autore con la poesia "Ad un palmo dal cuore", ha vinto la sezione principale del Concorso "Il Parnaso. Premio Angelo La Vecchia", conclusosi il 30-01-2016, presso il Teatro Sociale di Canicattì. 

A voi cari lettori, l'onore di leggere questa poesia e, a me l'orgoglio di averla recensita.

 "Ad un palmo dal tuo cuore"  


Tu parli - madre - senza le parole se ferma. Nell'incanto di un pensiero, ti siedi controluce, a disegnare il mondo che s'affaccia in chiaroscuro.  

Mente ripassi, l'arte del silenzio rifugio per chi ha troppo da dire ed io t'osservo, muto mentre penso se sia ancor'oggi , in grado di capire. 

Oggi, che il tempo ha ormai invertito i ruoli e per baciarti, sono io a chinare la linea pensierosa dei miei cieli, per farteli di nuovo riabbracciare stringili madre, nella tua carezza.

Per me da sempre, chiostro di calore per riportarmi al tempo in cui l'altezza la misuravo a un palmo dal tuo cuore 
(Roberto Festa)

Nessun commento:

Posta un commento