Sponsor

22 feb 2016

Salone del Fumetto Lucca (Comics 2016): omaggio a Umberto Eco

Salone del Fumetto Lucca (Comics 2016): omaggio a Umberto Eco
Umberto Eco amava i fumetti, ma pochi sanno che il semiologo, filosofo, scrittore italiano e saggista è stato, inoltre, un promotore del Salone del Fumetto che poi, tramite una serie di spostamenti e variazioni, sarebbe diventato Lucca Comics. 

L’edizione di novembre 2016 che segnerà il 50° compleanno dei Comics, non mancherà di creare un omaggio ad Umberto Eco.
«Oltre a rappresentare una grande perdita per il mondo della cultura accademica, dichiara infatti Renato Genovese, direttore di Lucca Comics & Games,Eco ha rappresentato il trait d'union tra il mondo dei segni e dell'immagine e quello dei mass media e della cultura di massa, ivi compreso il mondo del fumetto. È per questo che in occasione dei cinquant'anni di matrimonio tra la nostra città e il mondo della comunicazione per immagini, Lucca Comics & Games 2016 presenterà un ricordo/omaggio a questo grande indagatore che della società, dei costumi e dell'immagine che, tra l'altro, è stato direttore dell'Istituto di Comunicazione e Spettacolo al Dams di Bologna».
Come promotore del Salone del fumetto, Eco,  partecipò alla prima edizione dei Comics a Bordighera, nel 1965: un anno dopo il salone si sarebbe trasferito a Lucca. Un impegno “militante”, quello di Eco per la prima edizione dei Comics, visto che si trovava nel comitato direttivo della manifestazione. 

E lo scrittore partecipò anche alla “Tavola rotonda internazionale sulla stampa a fumetti”, presentando una relazione su “La struttura interattiva del fumetto”. Proprio un anno prima Eco aveva dato alle stampe il saggio “Apocalittici e integrati”, nel quale, primo fra i grandi intellettuali italiane, dedicava pagine al fumetto elevandolo al rango di strumento comunicativo al pari di radio, giornali e televisione.

Nessun commento:

Posta un commento