sponsor

28 mag 2016

Der Schweizerische Robinson di Johann David Wyss

Der Schweizerische Robinson  di Johann David WyssJohann David Wyss (Berna, 28 maggio 1743 – Berna, 11 gennaio 1818) è stato uno scrittore svizzero, celebre per aver scritto il romanzo "Der Schweizerische Robinson" .

La trama del libro vede protagonista una famiglia svizzera, sopravvissuta ad un terribile naufragio e, approdata nelle Indie Orientali

Flone Robinson (Flo) è una bambina di nove anni che vive a Berna con la sua famiglia, composta dal padre Ernst, dalla madre Anna, dal fratello maggiore Franz e da quello più piccolo Jaques. In casa con la famiglia Robinson vive anche Marie, la giovane governante, che è molto affezionata a Flo ed è per lei quasi una seconda madre.


Ernst è un abile medico. Un giorno riceve una lettera dal dott. Elliott, un amico che vive in Australia, che lo invita a recarsi per esercitare la sua professione. Ernst accetta l'invito e di parte immediatamente per l'Australia con tutta la sua famiglia. 
Soltanto Marie, la governante, rimarrà in Svizzera.

La famiglia Robinson, dopo aver fatto scalo a Liverpool si imbarca per l'Australia su una grande nave e, durante il lungo viaggio facendo amicizia con  numerosi passeggeri. In particolare Franz conoscerà Emily, sua coetanea, che come lui ama la musica. Il viaggio prosegue per alcuni mesi, ma all'improvviso, si scatena una violentissima tempesta e, il conseguente naufragio della nave. I componenti della famiglia Robinson, privi di scialuppa di salvataggio e per un caso fortuito, si salvano dal disastro e riescono ad approdare su un'isola deserta.

Con l'aiuto del signor Morton, provetto marinaio, verrà progettato e costruito un nuovo battello (una sorta di catamarano) per poter finalmente lasciare l'isola. Arriva il giorno della partenza e dopo un mese di viaggio per mare i Robinson, il signor Morton e Tomtom raggiungono le coste dell'Australia.

Lentamente i Robinson riprenderanno quindi una vita normale, non senza provare nostalgia per la loro isola deserta su cui avevano abitato per tanto tempo.

Nessun commento:

Posta un commento