Sponsor

09 giu 2016

L' invenzione della stampa a caratteri mobili (Johann Gutenberg)

L' invenzione della stampa a caratteri mobili (Johann Gutenberg)
Le conoscenze in campo metallurgico, oltre al progresso scientifico, permisero, a Magonza (città della Germania occidentale), di stampare la prima versione della Bibbia in latino.
Johann Gutenberg, nel 1456, riuscì a scomporre e riutilizzare vari caratteri, per proporne dei nuovi.
Egli, inoltre, riuscì a riprodurre moltissime copie, in tempi rapidi.


I tipografi del sec. XV erano abilissimi nel lavorare i metalli, soprattutto l'oro e, dunque lavorarono secondo questo schema:
- disegno delle lettere
- fusione dei caratteri
- stampa al torchio
- correzione delle bozze
- vendita al pubblico

In seguito all'aumento della produzione, si formano gli specialisti.
Inoltre, la stampa consente la rapida diffusione dei libri e della cultura, in tutti i ceti sociali, soprattutto quelli meno abbienti.

In tutta Europa sorsero stamperie e, presto Venezia dispose delle tipografie più prestigiose.

Nessun commento:

Posta un commento