Sponsor

26 lug 2016

Fibromialgia: Istituito dalla Regione Emilia Romagna un gruppo tecnico di lavoro

Fibromialgia: Istituito dalla Regione Emilia Romagna un gruppo tecnico di lavoro
L' Emilia Romagna è la prima Regione ad aver istituito un gruppo tecnico di lavoro sulla fibromialgia. E' la  prima Determina regionale in Italia su questa complessa patologia, che colpisce il 2-4% della popolazione generale; in Italia si stimano circa 900.000 fibromialgici, pazienti cosiddetti ‘invisibili’. 

Il Gruppo tecnico di lavoro riunisce AMRER (Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna) ed esperti delle tre Aree Vaste emiliano-romagnole per fornire risposte concrete ai bisogni dei pazienti e dei loro caregiver.


La fibromialgia, o sindrome fibromialgica (SFM), è una malattia molto frequente eppure difficile da riconoscere a causa dell’assenza di specifici esami in grado di certificarne i sintomi e il dolore, cronico e diffuso, che la caratterizza, e proprio per questo è definita “malattia invisibile”. 

Adesso, anche a seguito dell’acceso dibattito nazionale, nato per fare chiarezza sulla gestione di questa patologia che può creare serie invalidità, al quale hanno partecipato AMRER (Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna), Istituzioni regionali, clinici e cittadini, arriva la prima Determina a livello nazionale, pubblicata in questi giorni in Gazzetta Ufficiale, con la quale la Regione Emilia Romagna costituisce un Gruppo tecnico di lavoro dedicato alla fibromialgia. 

Il Gruppo tecnico, composto da una squadra di 15 esperti, tra cui componenti dell’Associazione dei pazienti ed esperti delle tre Aree Vaste emiliano-romagnole, lavorerà a pieno ritmo fino al 31 dicembre prossimo. Si adopererà per migliorare la conoscenza della malattia e la sua epidemiologia (incidenza e prevalenza), per stabilire l’appropriatezza diagnostica e dei trattamenti, per proporre percorsi e prestazioni assistenziali appropriati, e infine per programmare interventi di comunicazione e formazione per gli operatori, i pazienti e le loro famiglie.

Nessun commento:

Posta un commento