Sponsor

26 lug 2016

Fibromialgia malattia sconosciuta: come conoscerla a Cagliari

 Fibromialgia malattia sconosciuta: come conoscerla a Cagliari
Giovedì 12 Maggio alle 18,30, presso la sede del sodalizio Mobilità & Salute, a Cagliari in via Baccelli 7, si terrà la manifestazione organizzata dall’ASMAR (Associazione Sarda Malati reumatici) per la Giornata Mondiale della Fibromialgia

L’incontro, che è aperto a tutti, si propone di affrontare tutti gli aspetti che riguardano la Sindrome. Nella prima parte specialisti ed esperti presentano le nuove strategie terapeutiche per affrontare meglio la condizione fibromialgica, ne analizzano gli aspetti principali, illustrano gli aggiornamenti scientifici e indicano le prospettive sociali e sanitarie. 


La seconda parte è dedicata ai vari volti che può assumere la patologia e ai diritti negati per il mancato riconoscimento in Sardegna della patologia. La terza e ultima parte è riservata alla discussione con il pubblico, dove è possibile intervenire e interloquire con gli esperti, porre delle domande, approfondire i temi trattati, partecipare con la propria esperienza, chiedere consigli e suggerimenti. 

Parteciperanno, oltre ai massimi esperti e specialisti dell’Isola, anche rappresentanti istituzionali del mondo sanitario. Sarà anche l’occasione per decidere le azioni da intraprendere per ottenere il riconoscimento della patologia. 

La manifestazione sarà trasmessa in diretta streaming dal sito dell’ASMAR : http://www.reumaonline.it/ e ai partecipanti sarà consegnato un opuscolo “guida” sulla fibromialgia e altro materiale informativo. 

 “Nonostante la fibromialgia sia una sindrome cronica e invalidante – dichiara Ivo Picciau, Presidente dell’ASMAR – i malati di fibromialgia sono considerati malati immaginari, la patologia in Sardegna non è riconosciuta e le persone affette sono prive dei diritti più elementari.”

 “I malati di fibromialgia – aggiunge Caterina Passotti, Responsabile Fibromialgia dell’ASMAR – purtroppo convivono quotidianamente o quasi, con uno stato di dolore continuo e diffuso, nonostante le terapie farmacologiche. Per questi soggetti il dolore rappresenta un ostacolo dal punto di vista fisico, psicologico e sociale nella vita di tutti i giorni, poichè crea grossi disagi e difficoltà, che purtroppo nella maggior parte dei casi vengono sminuite da chi non conosce la patologia.

Fonte: Redazione Casteddu Online

Nessun commento:

Posta un commento