sponsor

24 lug 2017

Buchi Neri Supermassivi: come mai ce ne sono tanti e antichi?

Buchi Neri Supermassivi: come mai ce ne sono tanti  e antichi?
Se per la formazione dei buchi neri supermassivi sono necessari miliardi di anni, com’è possibile che ne siano comparsi tanti? 

I buchi neri sono oggetti celesti, in cui la forza gravitazionale ha prevalso sulle altre forze fondamentali della natura. In tal modo, quindi, ha origine una regione di spazio con al centro questo corpo collassato che non può essere osservato direttamente. 

I buchi neri supermassivi presentano dimensioni enormi, circa milioni o addirittura miliardi di volte la massa solare. E' probabile che la maggiore parte, se non tutte le grandi galassie, compresa la nostra Via Lattea, avrebbero un buco nero al centro. Lo studio condotto da vari studiosi, tra i quali, John Wise (fisico del Georgia Institute of Technology) e Zoltan Haiman (Professore di Astronomia alla Columbia University), considera il buco nero supermassivo, non originato da un’esplosione stellare, ma da una galassia abortita.. 


Immaginate la fase di vita dell’universo in cui molte galassie si stavano formando, immaginate che la nube di idrogeno (soprattutto) che si sta condensando per via della gravità abbia vicina un’altra galassia che la bombarda con calore sotto forma di radiazioni che distrugga l’ossigeno molecolare, la formazione stellare quindi si blocca e ciò che rimane collassa in tempi relativamente brevi su scala cosmica (centomila anni) in un buco nero supermassivo. 

L’idea non è completamente nuova, ma precedentemente si riteneva che la galassia “killer” dovesse essere davvero enorme per essere abbastanza calda da arrestare la formazione stellare nella vicina, il nuovo studio però suggerisce scenari con galassie più piccole e più vicine. 

Del resto, dichiarano i ricercatori, la galassia che irradia deve essere abbastanza calda da fermare la formazione stellare nella vicina, ma nemmeno eccessivamente calda perchè in quel caso potrebbe far evaporare tutta la nuvola di gas prima che inizi il collasso verso il buco nero supermassivo. 

Capire come si formano questi buchi neri ha un’importanza cosmologica fondamentale, da quando sappiamo che i buchi neri non sono delle rarità, ma sopratutto da quando sappiamo che quelli supermassivi sono al centro delle galassie, li abbiamo tolti dall’angolino delle strane meraviglie del cosmo e spostati fra le fondamenta dell’architettura dell’universo.

Nessun commento:

Posta un commento