Sponsor

24 lug 2017

Il Bagatto di Grazzano Badoglio (AT): cucina tipica monferrina

Il Bagatto di Grazzano Badoglio (AT): cucina tipica monferrina
Il Bagatto di Grazzano Badoglio (AT) è un ristorante, attivo da decenni...
E' garanzia di accoglienza e disponibilità. Grazzano Badoglio è un piccolo paese in provincia di Asti, vicino ai confini delle province di Cuneo e di Alessandria, che vanta una storia ricca di cultura e di tradizioni. 

Dal paese si gode una vista meravigliosa sulle colline coperte di viti e lo sguardo può correre dalle terre del Monferrato fino al Monviso. 


Il vino è il protagonista assoluto della storia e della cultura di questo piccolo centro. Al turista non offre solo vini e buona cucina con i prodotti della terra, ma anche dei tesori preziosi ancora da scoprire come gli “infernot”, cantine scavate nel tufo, che scendono per decine di metri in profondità e che custodiscono il vino.

Si presentano come piccole stanze, quadrate o rotonde, collegate da corridoi bui e contorti, attraversate da scalini e camminamenti stretti, in grado di regalare ai visitatori emozioni particolari. Sono capolavori di architettura contadina, realizzati per ospitare centinaia di bottiglie di vino con una temperatura che rimane costante intorno ai 13 gradi. A Grazzano, Grassan in piemontese, nel 1939 venne sostituito dal podestà fascista l'appellativo "Monferrato" con quello di “Badoglio”, in onore del maresciallo, che vi nacque nel 1871 e dove poi morì.

Nella piazza del tamburello di Grazzano, si affaccia il ristorante “Il Bagatto” inserito all’interno di una splendida struttura con i muri a vista, nell’ampia sala accogliente e caratteristica grazie al camino ed all’ambiente confortevole. Una cucina che si tramanda da generazioni e che da sempre propone i piatti genuini della tradizione piemontese cucinati con professionalità. Si parte con gli antipasti, dove non può mancare  il vitello tonnato, i peperoni in bagna cauda, il pollo in carpione, gli affettati monferrini e la toma piemontese.

Nei primi, rigorosamente fatti in casa, troviamo gli agnolotti e le tagliatelle, a seguire il bollito misto, il filettino di maialino, la selvaggina e, prenotando in tempo, il fritto misto alla piemontese. Per finire i dolci della casa come i bonet, i gelati artigianali, le bavaresi. Il ristorante propone un menù degustazione a 35 € con gli antipasti misti, l’assaggio di due primi, un secondo a scelta con contorno, dolci misti e caffè. Un menù del giorno o vegetariano a 20 € che comprende un primo e un secondo a scelta tra quelli del giorno un dolce e un caffè.

Per accompagnare i piatti sono consigliati i grandi vini del territorio quali il Barbera, il Grignolino, il Dolcetto, la Freisa, e molti altri ancora, fra cui quelli di produzione propria e, se non si finisce di bere la bottiglia, la si porta a casa. 

Nessun commento:

Posta un commento