Sponsor

27 set 2015

Frankenstein ( Frankenstein; or, the modern Prometheus) di Mary Shelley

 Frankenstein ( Frankenstein; or, the modern Prometheus)  di Mary Shelley
Robert Walton compie un lungo tragitto, che lo porta a conoscere i mari del Nord.
Ad un certo momento, in modo improvviso, scorge una persona fortemente stanca e stremata.
Walton, allora, decide di soccorrerla e portarla a bordo della sua nave.
Questa persona, poi, appena rinvenuta racconterà la storia della sua vita.


Si tratta, infatti di Vittorio Frankestein, nato a Ginevra.
Ama la scienza e la chimica, a tal punto che, al culmine dell' Università, crea un'essere animato.
Tale essere animato, in realtà è un terribile mostro, che riesce a fuggire dalla casa in cui vive.
A seguito di questi avvenimenti, oltre alla preoccupazione che possa succedere l'irreparabile, Vittorio si ammala.
Ma.... 

Scritto tra il 1816 ed il 1817, Frankenstein; or, the modern Prometheus è una trasposizione letteraria di ogni nostra reale paura verso ciò che è diverso da noi, soprattutto se moderno, innovativo e tecnologico.
Fa riflettere l'operato del Dott. Walton, che si spinge a compiere esperimenti bioetici estremamente pericolosi e folli.
Fin dove può arrivare la scienza e, qual'è il prezzo da pagare?
« Ti chiesi io, Creatore, dall'argilla
di crearmi uomo, ti chiesi io
dall'oscurità di promuovermi...? »

(John Milton, Paradiso perduto)
Non dimentichiamo inoltre le considerazioni politiche, derivate dall'opera, scritta dalla 19enne inglese, Mary Shelley.
Per i marxisti, il mostro simboleggia il proletariato industriale. 
I Tories radicali usano il personaggio Frankestein come arma propagandistica contro l'ateismo.
Cari lettori, voi che opinioni vi siete fatti, in merito a questa straordinaria opera, gotica e allo stesso
tempo, realistica e fantascientifica?

Nessun commento:

Posta un commento