sponsor

20 set 2016

Emicrania: Ong prova a spiegarla con l'arte

Emicrania: Ong prova a spiegarla con l'arteLe opere esposte dalla Ong Migraine Action ci mostrano una malattia oscura e poco conosciuta (o meglio, riconosciuta!). L'emicrania era già nota nel Medioevo. Infatti, le prime descrizioni, relative ai sintomi, sono risalenti al 13° secolo. Ma... Solo recentemente il fenomeno, che colpisce 1 persona su 7 al mondo, è stato di nuovo considerato  come malattia e, ancora è spesso sottostimato o ignorato.

Per cercare di sensibilizzare chi non l'ha mai avuta, oltre che aiutare chi, soprattutto i bambini, non riesce a descriverla, è on line una raccolta di oltre 500 opere d'arte sul tema, realizzata dall' Ong Migraine Action e dall'università di Leicester. 


La collezione, disponibile a tutti gratuitamente al sito migraineart.org.uk, contiene opere di stili diversi, di artisti internazionali affermati o di semplici cittadini, che coprono tutte le caratteristiche della malattia sia per gli adulti che per i bambini. Si possono trovare descrizioni di come la vista viene offuscata, o metafore per descrivere il tipo di dolore che si prova. 

La raccolta è frutto di un progetto dell'università di Leicester, coordinato da Katherine Foxhall. 
 «La nostra speranza - spiega sul sito dell'iniziativa - è che questo sito diventi una risorsa utile per le persone con emicrania e per le loro famiglie, così come per i neurologi, gli operatori sanitari e dell'educazione, gli studenti e gli stessi artisti. In particolare speriamo che possa aiutare i bambini con l'emicrania, e chi li accudisce, per sapere di più di questa malattia comune ma spesso fraintesa».

Nessun commento:

Posta un commento