Sponsor

13 nov 2016

Arezzo Città del Natale 2016 dal 3 al 26 dicembre

Arezzo Città del Natale 2016  dal 3 al 26 dicembre
Arezzo Città del Natale 2016  vi aspetta dal 3 al 26 dicembre. Quest’anno l’amministrazione ha confermato gli appuntamenti nelle piazze, il mercatino tirolese in piazza Grande con la casa di Babbo Natale nel palazzo di Fraternita, un frozen village in piazza Sant’Agostino, attrazioni, quad, jumping in piazza Guido Monaco che verrà allestita in tutti e quattro gli spicchi e dove saranno esposti anche manufatti artigianali, i prodotti tipici protagonisti sotto ai portici di via Roma, spettacoli itineranti in piazza San Michele, la Badia come la piazza dei presepi, il tradizionale mercatino natalizio delle piazze San Jacopo e Risorgimento. 

Novità di quest’anno il progetto “Il Prato di Natale, il mondo delle arti”, l’amministrazione ha voluto fare del parco cittadino il fulcro della creatività, del talento e dello stupore


Il sindaco Alessandro Ghinelli: “la nostra città si è incamminata in un percorso di veicolazione della sua immagine in scenari nazionali e internazionali che la porrà sempre più al centro dell'offerta turistica. Ci possiamo aspettare tutti, anche grazie al contributo delle categorie economiche, un percorso di divertimento, nel periodo natalizio, per aretini e turisti. Vogliamo far coesistere la cultura in senso stretto, quale è la mostra di Theimer, che attrae prevalentemente un pubblico adulto e formato culturalmente, con il divertimento anche per fasce di età diverse. Mi preme sottolineare, inoltre, che la mostra di Theimer è tra le otto in Italia ad aver registrato il maggior numero di visitatori ”.

 “Le aspettative per quest'anno erano molto alte. Ringrazio in primo luogo gli uffici comunali e gli sponsor Estra, Coingas e Atam” ha esordito l'assessore Marcello Comanducci. Francesco Macrì, presidente Estra: “è il primo anno che sosteniamo in maniera importante questo evento. Ci siamo posti come energy partner: supportiamo l'iniziativa in maniera imprenditoriale e commerciale. Ci piace essere parte di un evento che resti nel tempo. Estra, quindi, accenderà il Natale”.

 “Il claim di quest'anno è: ‘e il Natale diventa spettacolo’. Abbiamo organizzato una valida alternativa, completamente gratuita, caratterizzata da un’alta innovatività delle performance e dalla esclusività di quest’ultime, aggregando sul palco, che sarà montato al Prato, artisti che hanno nel periodo natalizio la loro massima visibilità sia per i contenuti delle opere che per la natura dell’intrattenimento proposto” ha spiegato ancora l’assessore Marcello Comanducci. 

La rassegna, infatti, tende a coniugare gli elementi tipici degli eventi natalizi, quali l’alta spettacolarità e l’intrattenimento per famiglie, corredati da talento umano, con i quattro elementi della natura che faranno da trat d’union per il messaggio di immersione nel periodo in modo sostenibile, con un’azione didattico-formativa soprattutto per i bambini volta al rispetto della natura e dell’ambiente. “Il progetto vuole, dunque, mettere in rilievo l’aspetto non consumistico del Natale ma quello emozionale e fantastico. Recuperare quindi l’elemento dello stupore e della fantasia è l’obiettivo di questo percorso che prevede artisti di caratura internazionale” ha aggiunto Comanducci. 

Tutte le performance saranno ad accesso libero per cittadini e turisti e la maggior parte degli artisti coinvolti saranno per la prima volta ad Arezzo. Il tema del weekend di inaugurazione, il 3 e 4 dicembre sarà la luce. Protagonista un innovativo metodo di creazione di musica elettronica e luci con lo spettacolo Laser show di Alberto Kellner e lo spettacolo Visual Led di Lux Arcana, un’esibizione quest’ultima di danza e giocoleria luminosa. Un’esperienza ricca di suggestivi e innovativi effetti speciali e strumenti luminosi finora mai visti in Italia. 

Il sabato sera ci sarà Reactj, una performance di un Dj che fa serate in tutto il mondo tramite uno speciale sistema di cubi luminosi, esperimento per coinvolgere anche il pubblico più giovane. L’8 e il 9 dicembre saranno dedicati all’elemento della terra con “I sand artist in terra di Arezzo”. 

Giovedì 8 dicembre performance a cura di Giulia Rubenni, in arte Ghibli: painter e sand artist toscana, ha al suo attivo un'esperienza artistica pluriennale e numerose partecipazioni ad alcune tra le più interessanti manifestazioni ed eventi regionali e nazionali. 

Venerdì 9 dicembre occhi puntati sullo spettacolo di Fatmir Mura, artista internazionale, con la sua arte del disegno con la sabbia. Il 10 e 11 dicembre fine settimana dedicato al rapporto tra uomo e natura con un evento in prima assoluta per l’Italia, il nuovo tour degli artisti inglesi Catapult: un omaggio alla fantasia con la forza della luce e della danza delle ombre, ci saranno due esibizioni al giorno, all’aperto, per una durata di 40 minuti. 

È la prima volta che i Catapult si esibiscono dal vivo a Natale in un parco e non in teatro. Il 17 e 18 dicembre l’elemento fulcro delle performance sarà il fuoco con la compagnia Il Drago Bianco che proporrà lo spettacolo “Etna”: due performance di fuoco molto suggestive in cui gli artisti manipolano oggetti infiammati unendo il sapore onirico del circo e coreografie che richiamano la danza contemporanea. Il 23 ci sarà un evento con l'elemento aria dedicato ai bambini che avranno la possibilità di giocare con enormi palloni e gonfiabili. 

Il 24, 25 e 26 dicembre con l'elemento acqua tornano le fontane danzanti, con nuovi spettacoli inediti. Nel bosco che separa il Prato dalla Fortezza l'associazione culturale No-Dump, famosa per installazioni artistiche con materiali di riuso, creerà un percorso luminoso e incantato. La particolarità di questa performance è che sarà a effetto sorpresa, nessuno infatti sa cosa realizzeranno fino al 3 dicembre. 

La Fortezza sarà dedicata completamente ai bambini: ci saranno giochi di legno, laboratori di didattica, un labirinto nell'ovale della struttura, teatro e animazione in tutti gli ambienti appena restaurati. In Fortezza rimane comunque allestita la mostra di Theimer. 

Torna il trenino, con un nuovo percorso, che passerà anche da Trento Trieste e da Sant'Agostino. “Per Natale in musica seguiremo due itinerari: uno dedicato alle scuole cittadine affinché offrano le loro performance e l'altro prevede concerti di alta qualità che andranno dal concerto tradizionale per Santo Stefano di musica sacra, un concerto di Capodanno al Teatro Petrarca, un concerto gospel e musica popolare natalizia” ha illustrato l'assessore Lucia Tanti che ha approfondito sul Capodanno: “ci spostiamo nella parte alta della città, utilizzando il palco già allestito al Prato. A breve uscirà il bando”. 

Nessun commento:

Posta un commento