Sponsor

26 giu 2017

Alga bruna: medical thriller di Roberto Squillante

Alga Bruna: Medical thriller di Roberto Squillante
Una morte improvvisa nella baia di San Francisco, legata a un virus sconosciuto mette in allerta le autorità. E' il mondo intero è in ginocchio. Intanto in Sicilia, una giovane ricercatrice fa una scoperta legata a un antico mito, divenuto tragica realtà. 

Transformers: L'ultimo cavaliere (record di incassi)

Transformers: L'ultimo cavaliere
Transformers: L'ultimo cavaliere, debutta in grande stile nelle sale Usa con un incasso stimato intorno ai 43,5 milioni di dollari questo weekend. Il film di Michael Bay, per la Paramount Pictures, il quinto della serie, totalizza 69.1 milioni in cinque giorni, dopo il debutto di mercoledì. 

25 giu 2017

Tanti auguri alla "Cumparsita" di Gerardo Matos Rodríguez

Tanti auguri alla "Cumparsita" di Gerardo Matos Rodríguez
La celebre canzone 'Cumparsita' compie 100 anni. 
Fu composta dal compositore Gerardo Matos Rodríguez.

Se il nome dice poco, le note della Cumparsita sono inconfondibili: eseguite in ogni angolo del pianeta. 

24 giu 2017

Andare per I luoghi del cinema di Oscar Iarussi

Andare per I luoghi del cinema di Oscar IarussiUn viaggio nel cinema italiano, nei suoi luoghi simbolo diventati set anche per le produzioni hollywoodiane. Oscar Iarussi, giornalista, nel Comitato esperti della Mostra di Venezia, ex presidente della Apulia Film Commission, traccia un itinerario tra passato e presente, in un libro speciale 'Andare per i luoghi del cinema' (Il Mulino), in cui dieci città ci mostrano la bellezza e le contraddizioni della nostra storia, non solo cinematografica. 

"Dieci tappe non sono molte, anzi, rispetto ai proverbiali mille campanili italiani. E mancheranno senz'altro dei titoli cari al cinefilo, di solito pugnace (siamo pronti al duello all'arma stanca)" spiega Iarussi. 

23 giu 2017

Ninna nanna di Leila Slimani: premio Goncourt 2016

Ninna nanna di Leila Slimani: premio Goncourt 2016  Ninna nanna ( ed. Rizzoli) è  il romanzo, premio Goncourt 2016, di Leila Slimani. Racconta le vicissitudini di una tata, Louise, che si prende cura dei piccoli Mila e Adam. Nelle amorevoli mani di questa donna i bambini faranno una brutta fine e, lo sappiamo già dalle prime quattro pagine del libro. 

"Ho voluto spostare la suspence. Ho scritto le prime quattro pagine di getto e non le ho più corrette. Ho capito subito che 'Ninna nanna' doveva partire così. La storia di questa coppia con un bambino e una bambina mi sembrava prosaica, noiosa. Un soggetto quotidiano, comune. Al lettore non sarebbe venuta voglia di girare le pagine del libro e invece lo ho voluto coinvolgere nell'indagine. La domanda non è se la tata ucciderà o meno i bambini ma perchè lo ha fatto" spiega la Slimani, 36 anni, di origini marocchine, che è nata a Rabat nel 1981 e vive a Parigi da 18 anni.